°°LE 10 REGOLE D’ORO BLU CONTRO LO SPRECO campagna di Amref°°
 

Nel mondo oltre un miliardo di persone non ha accesso all’acqua pulita e 2 milioni di bambini muoiono ogni anno a causa di malattie provocate dall’acqua sporca. Mentre a livello globale si susseguono gli allarmi sul riscaldamento climatico e sull’inquinamento che fanno dell’acqua un bene sempre più a rischio, nel Nord del mondo il comportamento quotidiano verso questa risorsa continua all’insegna dello spreco. Solo in Italia consumiamo ogni giorno una media di 300 litri d’acqua a testa, 15 volte la quantità a disposizione di un contadino africano, che deve vivere con 20 litri di acqua al giorno per bere, mangiare, lavarsi, irrigare…

Il 22 marzo 2007, in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, AMREF lancia la campagna “Spreco meno subito” in cui invita gli italiani a vivere in modo "acqua-sostenibile", riducendo gli sprechi in Italia e contribuendo ad un progetto per portare acqua potabile e igiene a più di 20mila bambini in Africa.

Ecco i dieci consigli per una vita più attenta al benessere di tutti, Terra compresa!

1. Chiudi il rubinetto quando ti lavi i denti o ti fai la barba

Molti di noi hanno la brutta abitudine di lasciare sempre aperto il getto dell'acqua mentre si lavano i denti o ci si fa la barba. Il rubinetto del tuo bagno ha una portata di oltre 10 litri al minuto, se lo lasci aperto mentre ti lavi i denti (considerando una media di 3-4 minuti necessari alla pulizia), più di 30 litri di acqua potabile fuggono per lo scarico. Ancora peggio per la rasatura!

Consigli:
• utilizza, nel lavarsi i denti, il getto d'acqua solo due volte: inizialmente sullo spazzolino e successivamente per risciacquare lo spazzolino; munisciti di un bicchiere pieno d’acqua per risciacquarti i denti.
• mentre ti fai la barba, chiudi il lavabo col tappo e riempilo d'acqua, utilizzandola per risciacquare il rasoio di volta in volta. Il getto d'acqua potrà essere poi usato solo alla fine per sciacquarti il volto.

2. Tira l’acqua dello sciacquone, ma con attenzione

Ogni volta che premi il pulsante o “tiri la catena” tieni presente che lo sciacquone del tuo water può consumare, ad ogni getto, dai 10 ai 12 litri di acqua! È stato calcolato infatti che oltre il 30% dell’acqua che consumi in casa esce dallo scarico del tuo WC.

Consigli:
• installa una eco-cassetta con doppio galleggiante, per uno scarico medio di 5 litri.
• regola, con l’aiuto dell’idraulico, il galleggiante su una capacità minore d’acqua

3. Raccogli l’acqua piovana

L’acqua piovana generalmente non viene raccolta, ma convogliata e poi fatta passare dalla grondaia agli scarichi fognari. In Africa, dove l’acqua è vita, è proprio la pioggia ad essere una delle fonti più preziose di acqua e gli africani sono abituati da secoli a non sprecarne neanche una goccia! Grazie ad un sistema di raccolta fatto di grondaie e tubi in grado di veicolarla fino a grandi cisterne, l’acqua viene generalmente accumulata per essere usata con razionalità, successivamente, da tutta la comunità.

Consigli:
• posiziona dei secchi in giardino o sulla terrazza per la raccolta dell’acqua piovana
• raccogli in taniche l’acqua che esce dallo scarico della grondaia

4. Scegli di fare una doccia e non il bagno

Per decidere tra un bagno caldo, rilassante e con tanta schiuma o una doccia breve, tonificante e rivitalizzante, basta fare un semplice calcolo: per riempire una vasca occorrono circa 150 litri di acqua, mentre per una doccia il consumo è circa un terzo (circa 40/50 litri).

Consigli:
• chiudi i rubinetti mentre ti insaponi
• fai una doccia breve
• fai installare un riduttore di flusso

5. Annaffia le piante senza sprechi

Le piante del terrazzo o del giardino possono essere annaffiate anche tramite l'acqua già utilizzata per lavare la frutta e la verdura. Non lasciare scorrere tanta acqua sulle verdure, ma mettile a mollo in una bacinella nel lavabo. Successivamente puoi riutilizzare l’acqua per le tue piante.

Consigli:
• raccogli e usa l’acqua piovana
• usa l’acqua con cui è stata sciacquata la frutta e la verdura
• innaffia il giardino con parsimonia e sempre verso sera: quando il sole è calato, l'acqua evapora più lentamente e non viene sprecata ma assorbita dalla terra
• installa un sistema di irrigazione "a goccia" (quelli con i tubi neri di plastica) programmabile con il timer: le tue piante avranno la loro giusta razione di acqua.

6. Ripara il rubinetto che perde

Il rumore “fastidioso” di un rubinetto che goccia sicuramente innervosisce, ma dovrebbe soprattutto farci ricordare che è uno dei modi più inutili per sprecare migliaia di litri d'acqua.
Al ritmo di 90 gocce al minuto si sprecano ben 4.000 litri di acqua in un anno.

Consigli:
• controlla se i rubinetti o la cassetta del water hanno una perdita
• se non puoi riparare subito il guasto, metti sotto il rubinetto un piccolo contenitore. Dopo qualche ora potrai usare l’acqua per altri servizi
• la sera, prima di andare a dormire, controlla che tutti i rubinetti di casa siano ben chiusi

7. Installa un miscelatore d’aria

I miscelatori d'aria, da applicare ai rubinetti e alle docce, sono semplici dispositivi che consentono di ridurre il consumo d'acqua senza dover modificare le proprie abitudini. Questa piccola aggiunta al rubinetto, infatti, permette di miscelare l'acqua in uscita con l'aria, meccanismo che porta ad un consumo complessivo di acqua inferiore, con un risparmio fino al 50%!

Consigli:
• applica i miscelatori o frangiflusso ai rubinetti di casa
• diffondi tra i tuoi amici l’uso del miscelatore


8. Usa lavatrice e lavapiatti ecologiche (classe A+) e a pieno carico

La lavatrice e la lavapiatti sono elettrodomestici che consumano tantissima acqua ad ogni lavaggio, indipendentemente dal carico di panni e stoviglie. Una lavatrice consuma dagli 80 ai 120 litri, una lavapiatti fino a 40 litri.

Consigli:
• Usa elettrodomestici di classe A+ : consumano massimo 17 litri d’acqua!
• Usali solo quando è necessario e sempre a pieno carico, magari evitando il prelavaggio.

9. Lava i piatti a mano in modo ecologico

Lavare i piatti con acqua corrente può costare fino a 90 litri.

Consigli:
• riempi una bacinella di acqua calda (potresti usare anche quella della cottura della pasta), aggiungi il detersivo, lascia i piatti in ammollo per un po' di tempo e togli lo sporco con una spugna. L'acqua corrente è meglio usarla solo per il risciacquo.
• evita di lasciare aperto il rubinetto dell'acqua nell'atto di insaponare le stoviglie.

10. Lava la tua auto con il secchio

Forse non te ne accorgi, ma quando lavi la macchina con la pompa utilizzi tra i 70 e i 100 litri d’acqua.

Consigli:
• usa il secchio invece dell'acqua corrente: si può bagnare la carrozzeria, insaponare l'auto e risciacquarla, sprecando meno acqua ottenendo comunque un ottimo risultato.
• all’autolavaggio, chiedere se l'impianto ha il ricircolo o il recupero dell'acqua.