°° MEDITARE CON IL RESPIRO °°
 

"Egli va nella foresta, ai piedi di un albero, o in una stanza vuota, si siede a gambe incrociate nella posizione del loto, tiene il corpo eretto, e stabilisce la consapevolezza di fronte a sé. Egli inspira, consapevole di inspirare. Egli espira, consapevole di espirare".

Queste parole sono l'insegnamento del Buddha... vissuto approssimativamente fra il 566 a.C.  e il 486 a.C.
Insegnamento passato da maestro a discepolo fino a noi, con la stessa efficacia perché, nonostante l'impressionante evoluzione tecnologica avvenuta nel frattempo, la nostra essenza umana è sempre quella, con le sue luci e le sue ombre.

Ed ecco delle riflessioni riguardo a questa pratica di un maestro contemporaneo, Thich Nhat Hanh.

"Tutti riescono a seguire un singolo respiro. Ma, se continuiamo a respirare coscientemente per dieci respiri, senza distrarci, avremo fatto un passo notevole sul sentiero della pratica. Se siamo in grado di praticare la respirazione cosciente per dieci minuti, un cambiamento importante avverrà in noi. Come può una pratica così semplice portare risultati tanto importanti, e quali sono questi risultati?
Il primo risultato della respirazione cosciente è il ritorno a noi stessi. Nella vita quotidiana ci perdiamo spesso nella distrazione. La mente rincorre centinaia di cose, e raramente ci prendiamo il tempo per tornare a noi stessi. Se viviamo così troppo a lungo, perdiamo il contatto con noi stessi e ci sentiamo alienati. E' un fenomeno molto comune ai nostri giorni. La respirazione cosciente è un modo meraviglioso di tornare a noi stessi. Quando siamo consapevoli del nostro respiro, torniamo in un lampo a noi stessi. Come un bambino che ritorna a casa dopo un lungo viaggio, sentiamo il calore del focolare e ci ritroviamo. Tornare a noi stessi è già un successo straordinario nella via della pratica.
Il secondo risultato della respirazione cosciente è entrare in contatto con la vita nel momento presente, il solo momento in cui possiamo toccarla. La vita che è in noi e attorno a noi è ricca e meravigliosa. Se non siamo liberi non possiamo essere in contatto con la vita, non stiamo veramente vivendo. Non dobbiamo farci imprigionare dai rimpianti per il passato, dall'ansia per il futuro, o da attaccamento e avversione per il presente. 
Respirare in piena consapevolezza è un modo miracoloso per liberarci dal rimpianto e dall'ansia, e per entrare in contatto con la vita nel momento presente.
Quando seguiamo il respiro ci sentiamo subito a nostro agio, non più dominati da ansia e desideri. Nella respirazione cosciente il respiro si fa più regolare, pace e gioia sorgono, e diventiamo più stabili a ogni momento. Affidandoci al respiro ritorniamo a noi stessi e recuperiamo l'unità di corpo e mente. Questa integrazione ci permette di essere davvero in contatto con ciò che accade nel momento presente, che è l'essenza della vita."